SMALTI CERAMICI: COME RISOLVERE IL PROBLEMA DEI DIFETTI DI COTTURA



Quando lo smalto non è impermeabile

In alcune tipologie di prodotto ceramico, ad esempio le maioliche, l’effetto cracklè negli smalti è voluto, ricercato e spesso anche esaltato. In molti altri casi invece, come ad esempio nella realizzazione di vasi, bottiglie, umidificatori o altri contenitori che nascono per trattenere liquidi, la formazione di  cavilli o di micro-imperfezioni dello smalto è un vero problema. Dalle “difettosità” dello smalto, generatesi accidentalmente durante il processo di cottura, i liquidi iniziano a penetrate nel corpo ceramico poroso. Il biscotto inizia ad assorbire i liquidi fino al manifestarsi di vere e proprie perdite che, oltre a comportare un danno estetico al pezzo, lo rendono inutilizzabile.

I limiti delle soluzioni tradizionali

Il ceramista potrebbe orientarsi nella scelta dei classici sistemi a base siliconica, la cui durata nel tempo tuttavia è limitata. Siliconi e silossani possono pellicolare, distaccarsi e far ripresentare il problema. Un’altra alternativa può essere l’utilizzo di resine. Nella maggior parte dei casi si tratta di sistemi bicomponenti che spesso di ossidano, ingialliscono e alterano l’oggetto. Anche in questo caso, la formazione di pellicole con rischio di distacco non risolve il problema.

 


Nuovi prodotti a base di nanotecnologie


Una nuova soluzione viene offerta dalla tecnologia sol-gel, ovvero dalla possibilità di rigenerare senza cottura uno strato vetroso di base minerale, in grado di legarsi chimicamente ed in maniera stabile allo smalto e di penetrare fino al nucleo poroso. I prodotti realizzati con processo sol-gel sono dei liquidi pronti all’uso, utilizzabili come una vernice od un classico impregnante. Si differenziano tuttavia per la loro composizione: contengono infatti un gel di silice stabilizzato a temperatura ambiente che essiccandosi all’aria forma un sottilissimo strato vetroso repellente ai liquidi. In modo semplice si può dunque intervenire definitivamente, andando a colmare i cavilli o le microimperfezioni dello smalto rendendo così impermeabile l’oggetto ceramico.

 

NON TRATTATO
Immagine ESEM (Environmental Scanning Electron Microscopy) di un micro-cavillo nello smalto ceramico.

TRATTATO CON PRODOTTO SOL-GEL
Immagine ESEM di un micro-cavillo sigillato con silice nanostrutturata ottenuta con processo sol-gel.


Il prodotto che consigliamo

SIOX-5 RE16 è un prodotto basato su tecnologia sol-gel che contiene silice nanostrutturata e funzionalizzata. Il formulato sigilla cracklè e micro-imperfezioni con soluzioni di continuità fino ai 5 micron. La funzionalizzazione della silice rende la superficie idrorepellente.

 

Principali vantaggi

  • Monocomponente, pronto all’uso;

  • Semplice da utilizzare (ad esempio per versata ed impreganazione);

  • Alto potere penetrante dato dalla soluzione a base alcol isopropilico;

  • Rapida asciugatura ed attivazione dell’effetto idrofobico;

  • Resistenza alle alte temperature;

  • Non ingiallisce grazie alla sua composizione di base inorganica;

  • Stabile grazie al legame chimico tra silice vetrosa e smalto;

  • Privo di Pb e Cd, idoneo al contatto con alimenti.